News Stories

Corea del Nord: dialogo aperto verso il Sud

corea del nord

La prima timida apertura della Corea del Nord verso la sua controparte sudcoreana è un evento che in molti aspettavano come testimoniano gli apprezzamenti da parte dei numerosi Paesi confinanti con le due nazioni asiatiche. Lo spiraglio per un dialogo diplomatico è stato trovato ieri dopo un fruttuoso incontro avvenuto nella cittadina di confine di Panmunjom che ormai da un paio d’anni è divenuta il simbolo della tregua fra le due Coree.

Come ha riferito il ministro dell’Unificazione sudcoreano, Chun Hae-Sung, il regime di Pyongyang ha fatto sapere che un collegamento nella parte occidentale del confine era stato ristabilito. “Di conseguenza, la nostra parte ha deciso di iniziare a usare la linea telefonica militare, a partire dalle 8 di mattina di domani”, ha aggiunto. La Corea del Nord apre dunque al ripristino della linea telefonica militare, con l’obiettivo di alleggerire le tensioni fra i due paesi che si protraggono ormai da diversi decenni.

Anche se il dittatore Kim- Jong Un sembra essere sul piede di guerra con l’occidente ed in particolare contro gli Stati Uniti di Trump, la diplomazia casalinga potrebbe essere un’ ottima scelta tattica per permettere al giovane leader nord coreano di concentrare il proprio sforzo bellico su obiettivi più lontani. Non è passato molto tempo infatti dall’ultimo scambio di battute fra Corea del Nord e USA che aveva come tema “chi ha il bottone nucleare più grosso sulla propria scrivania”.

Quali saranno le vere intenzioni di Seul? Perché offrire ora una tregua ai propri avversari di una vita? Le risposte a queste domande le potranno conoscere solo i posteri, ciò non di meno l’apertura al dialogo è un segno sicuramente positivo da non denigrare. A questa impresa va aggiunta anche la possibilità, attualmente in discussione, per cui anche gli atleti nord coreani possano partecipare alle prossime olimpiadi.

Leave a Reply