News Stories

L’impegno italiano in Afganistan continua

Qualche ora fa, il premier Renzi ha partecipato al summit dell’alleanza atlantica durante il quale la Nato ha rinnovato la richiesta all’Italia di forze militari da dispiegare in Afganistan. Il nostro Paese si impegna attivamente nelle missioni di pace già da molto tempo e molti sono i connazionali che hanno dato la loro vita per difendere popoli lontani.

Nonostante tutto però le missioni diplomatiche  e di pace, come vengono definite, continuano e a dirlo è lo stesso Renzi che si è detto disponibile all’invio ulteriore di 150 militari al fronte orientale, che diventa più caldo ogni giorno che passa. Il premier sostiene infatti la visione militare degli strateghi Nato contro il terrorismo e non vuole negare l’aiuto italiano non solo in Afganistan ma anche nelle altre parti del mondo.

I nostri ragazzi naturalmente sanno a cosa vanno in contro, hanno scelto di servire con onore il proprio Paese e lo fanno con dedizione ed amore per la bandiera, ma a volte viene da chiedersi quanto effettivamente il Governo faccia per loro. Non siamo qui ovviamente per fare polemiche, ma è giusto dare al cittadino qualcosa a cui pensare.

Le forze militari italiane, non solo l’esercito quindi ma anche tutti gli altri reparti dell’arma, sono un vanto per l’Italia e questo è innegabile. I nostri uomini e le nostre donne sono mossi da principi umanitari e dalla volontà di fare del bene verso popoli mono fortunati in cerca della loro libertà. Per questo abbiamo voluto oggi rivolgere loro il nostro affetto e vicinanza.

Leave a Reply